Romanzo di una strage

Romanzo di una strageSulla locandina del film campeggia la scritta “la verità esiste”, bisognerebbe aggiungere “ma è destinata a essere sconosciuta ai più”. Il film racconta le dolorose vicende dell’attentato di Piazza Fontana del lontano ma non dimenticato 1969.
Per quello che è dato sapere ai comuni mortali a più di 40 anni di distanza non esiste una versione ufficiale, lo stato non è riuscito ad individuare i colpevoli, nel film viene dato credito a una delle versioni che circolano, ovvero quello della “doppia bomba” ma non lo fa con eccessiva convinzione. Il film lascia intendere che un mandante deve esserci, fa capire che potrebbe essere annidato dentro lo stato stesso e che potrebbe aver usato alcuni uomini della destra di quei tempi per eseguire materialmente la strage ma il film non è incentrato sulla ricerca dei colpevoli, non vuole proporre una tesi.

Il film racconta l’incrociarsi dei destini del commissario Luigi Calabresi (Valerio Mastandrea) e dell’anarchico Giuseppe Pinelli (Pierfrancesco Favino), due uomini con idee completamente diverse, servitore leale dello stato il primo e idealista il secondo ma entrambi i protagonisti vengono raccontati come uomini leali, il loro rapporto viene raccontato come rispettoso, quasi amichevole come quello di due avversari che pur avendo idee completamente diverse rispettano ognuno l’umanità dell’altro.

Entrambi i protagonisti sono vittime indirette della bomba e la anche la loro fine è avvolta dal mistero.

Quello che ho trovato sensazionale del film è la fotografia: ricordo bene la Milano dei primi anni ’70 e nella pellicola l’atmosfera viene resa perfettamente, i rumori, le macchine, i colori, tutto funziona perfettamente mi è sembrato di tornare indietro nel tempo.
Pur non avendo una tesi sensazionale da proporre Romanzo di una strage è un bel film, informa senza annoiare nella speranza che non ci tocchi mai più rivivere un periodo come quello.

Riguardo a Pieru

Pierluigi Ferrara ha lavorato come project manager per ZeroDelta. Oltre all'amore per il cinema con Daniele condivide alcuni progetti web in una collaborazione ormai rodata negli anni. Si è finalmente deciso a mettere a posto il suo sito personale Pieru+.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.