Unubore Deka

unubore dekaUnubore Deka è una miniserie giapponese in 11 episodi che, per quanto mi risulta, non è mai stata ufficialmente tradotto o sottotitolata in italiano, non è difficile trovarla in streaming sottotitolata in ingelse ma ho notizie anche di una fansub in italiano.

La serie racconta le vicende di un detective giapponese di circa 30 anni, un inguaribile romantico chiamato da amici, colleghi e perfino dal padre soltanto con il suo soprannome: unobore deka, nomignolo che dà il nome alla serie.

Non è semplice rendere il termine in italiano, deka è una parole gergale, una abbreviazione di “detective” non ufficiale, pur non essendo esplicitamente offensivo non è neanche celebrativo, qualcosa meno di “sbirro” insomma. Unubore invece è un aggettivo per indicare un romantico ma più ancora qualcuno che si innamora facilmente ed è il termine perfetto per descrivere il protagonista della serie.

Il detective infatti vive un po’ con la testa tra le nuvole, è convinto di essere un gran rubacuori e dopo essere stato lasciato dalla fidanzata e convivente Rie cade in uno stato di depressione totale da cui si riprende con alti e bassi grazie agli amici del club, al lavoro e alle altre donne.

Andiamo con ordine, il nostro unubore dopo il lavoro frequenta un bar dove passa il tempo chiacchierando in compagnia di amici dalle sue stesse caratteristiche (non a caso si autodefiniscono gli “unubore five”) e la strepitosa barista Mama, a questo gruppo confida i suoi guai amorosi e i suoi problemi lavorativi.
A casa convive con il padre, un ex poliziotto che più volte lo saprà aiutare nelle indagini e nelle sue vicende sentimentali.
Oltre ad essere una commedia sentimentale la serie si sviluppa anche come giallo, il nostro detective infatti segue le indagini per dieci omicidi rivelando il lato più comico del suo carattere che finisce per diventare un talento dal punto di vista lavorativo: immancabilmente nel corso delle indagini finisce per innamorarsi dell’assassina e alla fine della puntata risolve il caso e pone la colpevole di fronte alla scelta tra l’arresto e il matrimonio. Immancabilmente per un motivo o per l’altro finisce per dover arrestare la colpevole che lo lascia col cuore infranto.

L’ultima puntata rivela una sorpresa, dimostrando che la trama dell’intera serie è più complessa di quanto sembra a prima vista!

Riguardo a Pieru

Pierluigi Ferrara ha lavorato come project manager per ZeroDelta. Oltre all'amore per il cinema con Daniele condivide alcuni progetti web in una collaborazione ormai rodata negli anni. Si è finalmente deciso a mettere a posto il suo sito personale Pieru+.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.