Image default
AnimazioneGuardabile

Gladiatori di Roma 3D

gladiatori di Roma

Non si dovrebbero avere dei preconcetti, è profondamente sbagliato giudicare un film prima ancora di averlo visto, solo dal titolo. Ammetto però che ero fortemente prevenuto quando sono andato a guardare gladiatori, un film in cui “3D” compare addirittura nel titolo parte svantaggiato, subisce una discriminazione.

Sono andato a guardare il film con mia figlia di sei anni e devo ammettere che ci siamo divertiti tutti e due ma nessuno dei due è rimasto folgorato. Se il film aveva la pretesa di rivaleggiare con Shreck allora direi che è un insuccesso, se invece si voleva realizzare un film di animazione con un budget più limitato ma confezionando comunque un prodotto guardabile allora l’impresa può dirsi riuscita.

E’ la storia di un orfano, sopravvissuto all’eruzione del Vesuvio che ha distrutto Pompei, svogliato, pigro e fifone che diventa per un amore un eroico e valoroso gladiatore. Nella storia ci sono un paio di personaggi particolarmente azzeccati, su tutti la nonna e la bella e ammaliante Diana, peccato che nel caso di Dania la scelta di affidare il doppiaggio a Belen non sia stata una mossa avvincente: sicuramente la voce seducente c’è ma le capacità tecniche sono quelle che sono e il risultato è poco convincente.

Guardabile, sicuramente guardabile. Non un capolavoro ma un buon lavoro.

Articoli correlati

Nausicaä della Valle del vento

Pieru

Tower Heist – Colpo ad alto livello

Pieru

Shrek terzo

Pieru

0 commenti

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lascia una recensione

  • Film