Image default
Attrice

Stefania Sandrelli

Stefania SandrelliStefania Sandrelli (Viareggio, 5 giugno 1946) è un’attrice italiana.

Ha partecipato a oltre 100 film molti dei quali hanno fatto la storia del cinema italiano. Ha vinto 3 David di Donatello su 11 candidature, ricevendo nel 2018 quello alla carriera e 6 Nastri d’argento. Nel 2005 le è stato conferito il Leone d’oro alla carriera nel corso della 62ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Stefania Sandrelli nasce in una famiglia di ceto medio di Viareggio: è figlia di Florida e di Otello Sandrelli (perito agrario, morto quando lei aveva appena 8 anni). Aveva anche un fratello, Sergio (morto nel 2013), di 7 anni più grande, il quale intraprenderà con buoni risultati la carriera di musicista. A 16 anni inizia una relazione con Gino Paoli, che era sposato, e nel 1964 nasce la loro figlia Amanda.

Entra nel mondo del cinema a 15 anni nel film di Mario Sequi Gioventù di notte (1961), ma si afferma accanto a Ugo Tognazzi nel film Il federale (1961) diretto da Salce e ottiene un buon successo. Sarà Pietro Germi a donarle la definitiva notorietà con due capolavori della commedia all’italiana quali Divorzio all’italiana (1961) con Marcello Mastroianni e Sedotta e abbandonata (1964). In questi film diventa una star senza avere neanche compiuto i vent’anni. Interpreta altre produzioni come Il fornaretto di Venezia (1963) e La bella di Lodi (1963) in Italia, mentre si dedica anche a pellicole estere come nel caso di Le vergini (1965).

Importanti sono le collaborazioni con Pietro Germi che, dopo il successo di Divorzio all’italiana, la dirige in L’immorale (1967) sempre con Ugo Tognazzi.

Lavora nel capolavoro di Antonio Pietrangeli, Io la conoscevo bene (1965) e in L’amante di Gramigna (1968) di Carlo Lizzani al fianco di Gian Maria Volonté. Da segnalare anche la sua presenza in Lo sciacallo (1963) insieme a Jean-Paul Belmondo.

Tra la fine degli anni 1990 e l’inizio degli anni 2000 partecipa con successo alla serie televisiva di Rai Il maresciallo Rocca (1996-2001) nel quale interpreta Margherita, moglie di Gigi Proietti. Quando il suo personaggio muore a seguito di un attentato nel finale della terza stagione la seguirono quasi 11 milioni di spettatori. Successivamente torna a Mediaset per prendere parte a un’altra fiction di successo, Il bello delle donne (2001-2003) al fianco tra gli altri di Gabriel Garko e Virna Lisi.

Nel cinema abbiamo L’ultimo bacio (2001) di Gabriele Muccino, Un giorno perfetto (2008) di Ferzan Özpetek, La prima cosa bella (2010) di Paolo Virzì e, nel 2003, La vita come viene di Stefano Incerti e Un film parlato di Manoel de Oliveira.

Nel 2007 a più di vent’anni dal film L’attenzione in cui erano apparse per la prima volta insieme, recita assieme alla figlia Amanda nella fiction Io e mamma, realizzata per Canale 5 (rete per la quale interpreta anche Il generale Dalla Chiesa e, l’anno successivo, Io ti assolvo). Due anni dopo Stefania utilizzerà Amanda come protagonista del suo primo film da regista, Christine Cristina, biografia della poetessa Cristina da Pizzano.

Il 10 settembre 2005 riceve il Leone d’oro alla carriera alla 62ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. L’11 maggio 2012 riceve il titolo di Chevalier (Cavaliere) dell’Ordre des arts et des lettres. Il 4 luglio seguente, si svolge nel palazzo Farnese a Roma, ambasciata francese in Italia, la cerimonia di conferimento della medaglia.

Dal 2012 è impegnata sulle reti Rai con una fiction di grande successo Una grande famiglia, nella quale interpreta la protagonista Eleonora Rengoni; oltre a lei nel cast ci sono Gianni Cavina e Alessandro Gassmann. Il successo è enorme e la Sandrelli torna a vestirne i panni anche nella seconda e nella terza stagione, rispettivamente nel 2013 e nel 2015, sempre con strepitoso successo.

Nel 2016 invece torna sulle reti Mediaset con una nuova fiction Non è stato mio figlio, affiancata da Gabriel Garko, Alessandra Barzaghi, Roberta Giarrusso e da Massimiliano Morra. Il ruolo da protagonista della fiction, inizialmente era stato dato a Virna Lisi, ma data la scomparsa dell’attrice prima delle riprese, il ruolo viene affidato a lei. Nel 2017 torna sul grande schermo con la commedia Il crimine non va in pensione, opera prima di Fabio Fulco, affiancata da Ivano Marescotti, Orso Maria Guerrini, Franco Nero, Gianfranco D’Angelo e Gisella Sofio.

Articoli correlati

Carol Alt

Michele De Candia

Susan Sarandon

Michele De Candia

Yuri Ebihara

Michele De Candia

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.