Image default
Commedia

Perfetti sconosciuti

Eva e Rocco, sposati da anni ma in crisi di coppia, decidono di organizzare una cena a casa loro a cui invitano alcuni loro amici di vecchia data: Cosimo e Bianca, da poco convolati a nozze, lui tassista e lei veterinaria, che desiderano fortemente avere un figlio; Lele e Carlotta, anche loro in forte crisi matrimoniale, con due figli; Peppe, un ex insegnante di educazione fisica divorziato e disoccupato, che aveva promesso di presentare agli amici la sua nuova compagna Lucilla, la quale tuttavia non ha potuto prendere parte alla cena a causa di una brutta febbre. Durante la stessa serata c’è un’eclissi lunare, il cui principio coincide con l’inizio della cena.

A tavola, il gruppo si ritrova a discutere di una coppia di amici comuni che si è recentemente separata dopo che la moglie ha scoperto sul cellulare del marito i messaggi che quest’ultimo si scambiava con l’amante. Ispirata da questa vicenda, Eva decide di proporre un esperimento sociale: mettere i propri cellulari sul tavolo e rendere pubblico ogni messaggio o telefonata ricevuti nell’arco della serata. Nonostante un’iniziale reticenza, alla fine tutti decidono di partecipare.

Intanto l’eclissi continua e, man mano che la luna si oscura, l’esperimento, partito come un semplice gioco, si evolve ben presto in una rivelazione dei segreti più intimi. Si scopre quindi che Rocco, di professione chirurgo plastico, si sottopone da tempo a sedute psicologiche all’oscuro della moglie Eva, psicoanalista a sua volta (a cui Rocco diceva sempre di ritenere inutile l’analisi); Eva, invece, ha a sua volta intenzione di rifarsi il seno, ma ha fatto in modo che l’intervento non sia eseguito dal marito ma da un famoso chirurgo di nome Blanchard; la stessa Eva scopre, durante una telefonata in viva voce tra Rocco e la loro figlia diciassettenne Sofia, che Rocco ha dato a Sofia dei profilattici; dalla stessa telefonata si comprende che il rapporto tra Eva e la figlia è fortemente conflittuale e che Sofia trova sfogo e comprensione per tutte le sue preoccupazioni solamente con il padre. Rocco dà pubblicamente dei consigli alla figlia sulla sua prima esperienza sessuale, suscitando l’apprezzamento generale.

Il gioco continua, ma ben presto la situazione sfugge di mano: Lele ogni sera riceve di nascosto foto disinibite da una sua “amica” e, per evitare di essere scoperto da Carlotta, riesce a convincere Peppe a scambiarsi i telefonini in quanto li hanno uguali; l’amante di Lele non viene scoperta (e anzi gli altri pensano che sia Lucilla, la nuova compagna di Peppe, e si complimentano con lui), ma poco dopo sul cellulare di Peppe, mentre esso si trova in mano a Lele, iniziano ad arrivare dei messaggi insistenti da un certo Lucio, che scrive “Mi mancano i tuoi baci”. Tutti quindi pensano che Lele, per evadere dai problemi coniugali, si stia rifugiando in una segreta relazione omosessuale. A questa scoperta reagiscono tutti in modo molto forte e negativo, soprattutto Carlotta, sconvolta, e Cosimo, il quale è apparentemente dispiaciuto ed arrabbiato per il fatto che Lele, che considera il suo migliore amico, non gli avrebbe mai confessato la sua omosessualità, ma in realtà manifesta una forte omofobia. Poco dopo Carlotta riceve una mail da una casa di riposo e si scopre quindi che sta tentando di liberarsi della suocera, che vive a casa sua.

Bianca viene scoperta mentre parla con il suo ex fidanzato per aiutarlo ad affrontare una nuova relazione, suscitando la gelosia di Cosimo, che a sua volta porta avanti una relazione con Marika, la centralinista del servizio di taxi, che gli telefona per informarlo che aspetta un figlio da lei. Si scopre anche che Cosimo tradisce Bianca anche con Eva, ma soltanto Rocco riesce a intuire ciò; tra l’altro Eva, senza farsi vedere dal marito e dagli amici, rinfaccia a Cosimo il suo disgusto per lui dopo aver appreso di non essere l’unica donna con cui tradiva sua moglie.

Anche Carlotta viene sorpresa a scambiarsi dei messaggi piccanti con un altro uomo (che le aveva addirittura chiesto di togliersi le mutande prima dell’inizio della serata) e finisce per confessare che, anni prima, aveva investito e ucciso un pedone mentre guidava da ubriaca, ma Lele si era assunto le responsabilità dell’incidente per evitarle il carcere; questo fatto aveva inevitabilmente causato problemi al loro rapporto di coppia. Carlotta decide di andarsene, ammettendo che lei e Lele avrebbero fatto meglio a separarsi molto tempo prima, visto che ormai il loro matrimonio è tenuto insieme solamente da una profonda ipocrisia. Peppe invece si riprende il suo cellulare e ammette la sua frequentazione con Lucio, dicendo che non lo presenterà agli amici perché vuole proteggerlo dalle loro reazioni omofobe e scagliandosi anche contro la società, in quanto la sua omosessualità è anche il motivo per cui ha perso il lavoro di docente, e a quanto pare viene compreso solamente da Lele e Bianca: Lele, infatti, ammette che gli è bastato essere creduto omosessuale per un paio d’ore per scoprire il lato peggiore di sua moglie e dei suoi amici, mentre Bianca, prima di andarsene dalla casa di Eva e Rocco, bacia teneramente Peppe. Successivamente anche gli altri vanno via e un amareggiato Rocco rimane solo con sua moglie, la quale lo abbraccia rendendosi conto di aver commesso un errore a tradirlo.

Alla fine, conclusasi l’eclissi, si scopre che in realtà il gioco proposto da Eva non è mai avvenuto, poiché Rocco si è categoricamente rifiutato di partecipare, avendo intuito quanto potesse essere pericoloso giocare con i segreti e la privacy. Una volta conclusa quella che in realtà è stata soltanto una normalissima cena fra amici, ognuno torna alle proprie bugie. Eva porta avanti, all’oscuro di Bianca, la sua relazione segreta con Cosimo, il quale a sua volta non è venuto ancora a sapere di aspettare un figlio da Marika; Carlotta si rimette le mutande che si era tolta su richiesta dell’amante e Lele guarda la foto hot ricevuta dalla sua amante Isa Clementini; Peppe viene escluso di nascosto da una partita di calcetto organizzata da Lele, Rocco e Cosimo e continua a tenere all’oscuro la sua omosessualità e la sua relazione con il compagno Lucio, dicendo agli amici che al più presto farà loro conoscere l’inesistente Lucilla.

Articoli correlati

Un genio in pannolino 2

Pieru

Tutta colpa di Freud

Pieru

Wild Wild West

Pieru

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.