Hannah Montana: The Movie

Hannah Montana: The Movie è un film del 2009, diretto da Peter Chelsom. È la prima trasposizione cinematografica basata sulla situation comedy della Walt Disney, Hannah Montana; mentre in ordine cronologico è il secondo lungometraggio (preceduto da Best of Both Worlds Concert). La storia è ambientata tra la seconda e la terza stagione, dove Miley sente la mancanza del suo cavallo, Blue Jeans.

Le riprese si sono svolte da aprile a luglio 2008. Il film è uscito il 10 aprile negli Stati Uniti, e ed il 30 aprile 2009 in Italia, anche se in alcuni cinema italiani è uscito il 1º maggio.

Miley Stewart inizia ad avere problemi a conciliare la sua vita normale e quella da Hannah Montana. Abbandona Lilly durante una partita di pallavolo perché Vita, la sua agente, la porta a fare shopping per i Music Awards. Nel negozio Hannah litiga con Tyra Banks per un paio di scarpe, il regalo di compleanno per Lilly. La ragazza non riesce ad andare a salutare Jackson, in partenza per il college del Tennessee, né a cambiarsi per la festa di Lilly perché il cronista Oswald Grange la insegue in auto, quindi arriva in ritardo alla festa ancora nei panni di Hannah Montana. Tutti la notano, distogliendo l’attenzione dalla festeggiata, che offesa si allontana e dà delle informazioni false su Hannah al cronista. La cantante, intanto, è costretta ad esibirsi con la canzone “Let’s Get Crazy”, mentre Oliver e Rico fanno esplodere la torta di compleanno. Robby Ray è arrabbiato per tutto questo, ma Miley pensa solo ai Music Awards. Il padre, allora, la inganna e la porta in Tennessee. Robby e Miley, ancora nei panni di Hannah, hanno un litigio in auto durante il quale il padre le dice che nelle successive due settimane deciderà se toglierle il personaggio di Hannah. Miley scende dal mezzo e ritrova il suo cavallo, che scappa e viene ripreso dal giovane Travis Brody, suo vecchio amico d’infanzia. Mentre l’accompagna dalla nonna, Miley mente dicendo di essere la migliore amica di Hannah Montana perché l’ha salvata da un incidente sul surf. Arrivata a casa, Miley discute con il padre, che conosce intanto Lorelai. Il cronista Oswald segue le tracce di Hannah fino in Tennessee. Miley, dopo l’iniziale disagio, inizia a divertirsi e aiuta Travis ad aggiustare un vecchio capanno. Qualche sera dopo viene organizzata una serata canora per raccogliere soldi per salvare Crowley Corners dalla speculazione edilizia. Robby si esibisce con “Back To Tennessee” e Taylor Swift con “Crazier”. Travis convince Miley a cantare e lei esegue “Hoedown Throwdown”. Purtroppo non sono stati raccolti abbastanza soldi e Travis propone di chiedere ad Hannah Montana di tenere un concerto. Miley quindi fa andare Lilly in Tennessee vestita da Hannah Montana. Con l’aiuto dell’amica e del travestimento da Hannah, Miley scopre che Travis è interessato a lei e programmano una cena, me nel frattempo Lilly (nei panni di Hannah) accetta di andare a una cena. Quindi Miley cerca di presenziare da entrambe le parti, finché Travis scopre tutto e, sentendosi tradito, litiga con Miley e tronca ogni rapporto con lei. Nello stesso tempo, Robby litiga con Lorelai a causa di Hannah. Miley scrive una canzone su di lei e il padre, poi finisce di aggiustare il capanno in una notte. Hannah deve fare un concerto, ma prima fa pace con Lily e dopo dice a lei che è stanca della sua doppia vita e che certe volte vorrebbe essere solo Miley, altre volte solo Hannah. Alla fine, le dice che è giunto il momento di rivelare il suo prezioso segreto. Al concerto la ragazza inizia lo spettacolo con la canzone “Rockstar”, ma poi si ferma e rivela la sua vera identità davanti a tutta la gente. Dopo di che canta “The Climb” e il pubblico la convince a non abbandonare Hannah, promettendo di tenere il segreto. In quel momento, Oswald fa delle foto, ma poi viene fermato e si licenzia dal giornale per cui lavora. Travis chiarisce con Miley e i due si baciano.

Chi è Pieru

Pierluigi Ferrara ha lavorato come project manager per ZeroDelta. Oltre all'amore per il cinema con Daniele condivide alcuni progetti web in una collaborazione ormai rodata negli anni. Si è finalmente deciso a mettere a posto il suo sito personale Pieru+.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.